Page 24 - upgrade
P. 24

ManagEMEnTContinua il nostro viaggio nella “ri- voluzione millennials” e l’impatto che avrà sul mondo del lavoro. In questo articolo, realizzeremo un possibile “identikit” della generazione più ambi- ziosa di sempre nonché una guida su come adattare la propria azienda ai radicali cambiamenti che la investi- ranno e, aspetto non trascurabile, escogitare tecniche per individuare e trattenere i talenti migliori.diffuso nel settore turistico. Essendo in grado di garantire una performan- ce lavorativa senza precedenti, sono determinati a ottenere ciò che voglio- no subito, senza aspettare domani. Non sono facili da gestire, poiché non considerano un impiego a tempo inde- terminato e una retribuzione alta tra i fattori decisivi ai fini della permanen- za in un’azienda. Al contrario, cercano un ambiente con molteplici possibilità di crescita e di partecipazione alla vita aziendale, che riconosca il loro impe- gno e garantisca il work-life balance.Quali cambiamenti ci aspettano?una settimana lavorativa di 40 ore? Non più!Secondo una ricerca della Bentley Uni- versity, il 77% dei digital natives consi- dera il lavoro flessibile più produttivo.Questo risultato può essere determina- to dalla presenza della tecnologia nella quotidianità. Infatti, oltre l’84% con- trolla la posta elettronica anche fuo- ri dagli orari di ufficio. Inoltre, si stima che, per il 2030, il concetto “classico” di giornata lavorativa (otto ore per cinque giorni alla settimana) scom- parirà definitivamente. I millennials vedono nell’attività professionale uno dei fattori più importanti per la cre- scita, ma allo stesso tempo vorrebbero concentrarsi su altri obiettivi perso- nali. Per questo motivo, non vogliono essere condizionati da vincoli spaziali né temporali.Magari vi starete chiedendo perché devono essere le imprese ad adeguarsi alle esigenze dei giovani dipendenti e non viceversa, come accadeva in pas- sato. La risposta è semplice: il futuro appartiene a loro.Infatti, entro il 2020 rappresenteran- no più del 50% della forza lavoro e si stima che tale percentuale salirà ad- dirittura al 75% nel 2025 – fenomeno che probabilmente sarà ancora piùLe persone nate tra il 1980 e il 2000 ri- tengono fondamentale la trasparenza da parte del datore di lavoro e credono che l’onestà sia una delle qualità prin-la sincerità: un must.24 UPGRADE


































































































   22   23   24   25   26