Page 51 - upgrade
P. 51

Attenzione alla qualità e all’origine dei prodotti, varietà di scelta, eleganza nella presentazione nonché una com- posizione studiata dei menu. Questi sono solo alcuni degli elementi essen- ziali nella proposta di cibi e bevande (il cosiddetto Food & Beverage) agli ospiti di hotel e ristoranti. Tracciando un excursus ideale tra le tendenze del momento, abbiamo delineato una se- rie di consigli utili per trasformare la propria offerta gastronomica in un tratto distintivo e di successo.– e centrifugati a base di latte vegeta- le. Quest’ultimo, infatti, sta scalzando nelle preferenze quello animale.menu interattivi e di ordinare un pasto d’asporto senza snervanti attese posi- zionerà la vostra attività in cima alle preferenze: poche cose sono preziose quanto il tempo risparmiato...6. Ca è e cocktail: “opportunità” da cogliereNon sottovalutate l’importanza di offri- re un’ampia selezione di caffè e cock- tail (specie se realizzati con ingredien- ti autoctoni), da abbinare ad una scelta non banale di tazzine e bicchieri in cui servirli. Anche in questo caso, l’atten- zione ai particolari deve essere massi- ma, poiché il consumo di tali bevande avviene come un vero e proprio “rito”. Questo aspetto, dunque, può essere de- cisivo nella fidelizzazione dell’ospite.1. locale e sostenibile4. Fatto in casa è meglioIl mercato sta per essere invaso da una nuova generazione di healthy snacks – come quelli alle alghe marineRicorrere alla tecnologia è essenzia- le! Sviluppare un’applicazione che permetta ai clienti di avere accesso a2. Snack (salutari) di domani5. Menu digitali sempre disponibiliAutor | AutoreRocco LeoSenior Editor leo@tt-consulting.comConoscere la provenienza di un ali- mento si traduce nella sicurezza di po- ter sorprendere con piatti di assoluta qualità. Specificatamente nella scelta della carne, per i millennials – i nati tra il 1980 e il 2000 – ha assunto una rile- vanza fondamentale sapere che viene fornita da allevamenti locali a basso impatto ambientale, dove gli animali sono nutriti con mangimi naturali.L’equazione è semplice: produzione propria uguale genuinità. Difficilmen- te un ospite dirà di no se gli offrirete specialità fatte in casa. Ciò scaturisce non solo da una predilezione verso quelli che vengono avvertiti come pro- dotti di maggiore qualità, ma anche dal desiderio di trasformare un pranzo o una cena in un “evento” unico, che può aver luogo solo da voi!Se è vero che gli chef stanno proponen- do pietanze che prevedono l’utilizzo di nuovi tagli di carne, la scommessa vin- cente è puntare su una maggiore offer- ta di cibi “alternativi” ad alto contenu- to proteico. In particolare, semi, frutta a guscio, legumi nonché pesci come lo sgombro, la palamita e lo scorfano.3. proteine sì... ma da piante e pesciMolti hotel e ristoranti offrono agli avventori la possibilità di imparare a cucinare i piatti tipici della destinazio- ne nel corso di serate-evento. Svelare qualche vostro piccolo “segreto” culi- nario e far trascorrere agli ospiti una parentesi diversa dal solito si rivelerà una mossa di sicuro impatto.7. Full immersion nella cucina localeUPGRADE 51


































































































   49   50   51   52   53